Cos’ è un baby shower? Alla scoperta di questa tradizione in arrivo dagli Stati Uniti

Cos' è un baby shower? Alla scoperta di questa tradizione in arrivo dagli Stati Uniti

Cos’ è un baby shower? Alla scoperta di questa tradizione in arrivo dagli Stati Uniti

Cos’è il baby shower? Cosa significa? Da dove arriva questa nuova festa? Alla scoperta di questa nuova festa

Una tua carissima amica è incinta e sta per partorire. Prima della nascita del bambino o della bambina ha però voluto riunire i suoi conoscenti invitandoti insieme a loro ad un evento di cui non hai mai sentito parlare: il “Baby shower”.

Se mastichi un po’ l’inglese probabilmente questo termine ti suonerà strano: cosa c’entra una doccia con un neonato? Eh si perché baby shower a primo orecchio potrebbe significare proprio questo.

In realtà la baby shower è una moda che arriva da oltre oceano (come riporta Wikipedia) e che si sta diffondendo velocemente anche in Italia. Molte future mamme infatti stanno invitando i loro conoscente e parenti a questo genere di eventi.

Ma cosa significa baby shower? Che genere di evento è e cosa si festeggia?

Lo abbiamo chiesto direttamente ai nostri esperti event manager che le organizzano oramai da diversi anni e che quindi possono mettere a tua disposizione la loro esperienza.

Se invece sai già di cosa si tratta ed anche tu vuoi organizzarne una perché non approfitti del nostro servizio di organizzazione di eventi?

Cosa è una baby shower?

La baby shower non è niente di particolarmente strano. Si tratta di un momento di festa che si tiene in casa della futura mamma o di una sua amica. Lo scopo di questo evento è quello di coccolare la mamma ed il bambino prima della sua nascita.

Questo tipo di evento non è una peculiarità tipicamente statunintense, ma eventi simili si trovano un po’ in tutte le culture del mondo. A variare sono magari alcuni dettagli e magari le tempistiche in cui si organizza ma lo scopo rimane lo stesso.

Cosa significa?

Il nome può essere tradotto con questa espressione: “doccia  per il nascituro”. Una doccia che niente ha che vedere con il significato letterale del termine, quanto piuttosto si tratta di una cascata di regali per la madre e per il futuro neonato. Durante il Baby Shower infatti i genitori ricevono in dono dagli invitati quanto di più utile per il piccolo in arrivo. Futura madre e nascituro quindi fanno anche un vero e proprio bagno nell’ affetto dei loro cari a tutti gli effetti.

Se ancora non è stato annunciato il sesso del nascituro questa può essere l’occasione giusta per farlo, magari attraverso un modo originale. Negli Stati Uniti, ad esempio, i futuri genitori sono soliti riempire dei palloncini con foglietti di colore rosa oppure blu, da far scoppiare alla presenza di parenti e amici per rivelare se il bambino in arrivo sarà femmina o maschio.

Perché si chiama “Baby Shower”?

Secondo alcuni il nome deriverebbe dal bagnetto del bambino, ovvero un’usanza di origine popolare riservata alle sole donne. Secondo altri sarebbe invece associato Franz Schauer, argentiere newyorkese di origine tedesca che, nel XVIII secolo, trovò nel Baby Shower l’escamotage per vendere i suoi lavori alle famiglie dell’upper-class newyorkese.

In ogni caso festeggiare una donna in dolce attesa non è certo una novità. Anche nel mondo antico vi sono moltissimi rituali legati alla gravidanza e al parto: addirittura l’usanza risalirebbe agli antichi egizi che insieme agli antichi romani furono i primi a festeggiare questo evento.

La tradizione del Baby Shower

La tradizione vuole che il baby shower sia riservato alle sole donne quando una di loro aspetta il suo primogenito. Recentemente però questa tradizione è stata rivista e gli inviti sono stati allargati anche agli uomini. Ma non solo a loro in quanto oggi si festeggiano sia i figli naturali, non solo il primogenito, ma anche quelli adottivi.

Questo significa che oggi come oggi non ci sono delle regole ufficiali da seguire per i baby shower: esistono Baby Shower per sole donne, per entrambi i genitori e recentemente anche quelli per soli uomini. Inoltre è sempre più comune organizzare dei “doppi party” per un solo neonato: uno per i parenti e gli amici più stretti e un altro per i colleghi di lavoro.

La Baby shower nel mondo

Questa tradizione prettamente americana, si sta diffondendo sempre di più nel mondo soprattutto in Europa, in particolare in Regno Unito e in Francia. Si sta diffondendo talmente tanto che adesso sono diversi i negozi che offrono la possibilità di aprire delle vere e proprie liste regalo pensate per questo tipo di cerimonie. Ovviamente il fine di queste liste rimanere sempre lo stesso di quello per le liste di nozze: quello di evitare i regali “doppioni”.

Anche in Italia questa nuova tradizione sta velocemente prendendo piede anche se l’evento è sicuramente meno kitsch e pomposo di quello tipicamente americano.

Questa usanza è conosciuta anche in Asia e America Latina anche se con altri nomi e come celebrazione femminile:

  • In India il Baby Shower è chiamato con nomi diversi a seconda della comunità e della famiglia di appartenenza:
  • Nella Cina invece un mese dopo il lieto evento viene celebrato il Manuye;
  • In Brasile c’è in fatti il Chà de Bebé che si tiene subito dopo la nascita del bambino;
  • Anche in Africa, Asia e America Latina questa usanza è conosciuta – ma con altri nomi – ed è intesa esclusivamente come celebrazione femminile;
  • In Costa Rica viene chiamata Tè de Canastilla;
  • Nel Sudafrica si celebra lo Stork Party durante il sesto mese di gravidanza;
  • In Nepal si festeggia il Pasni in onore dei maschietti di sei e delle femminuccie di nove mesi.

Quando si festeggia?

Come abbiamo avuto modo di vedere fino a questo momento il periodo in cui festeggiare questo evento varia a seconda delle usanze del paese.

Tuttavia un baby shower come si deve, e come di solito consigliano anche i nostri event manager, si festeggia intorno all’ottavo mese di gravidanza. Questo perché la festeggiata non deve essere troppo affaticata dalla gravidanza e perché in questo modo non si corre il rischio che il piccolo decida di anticipare il suo arrivo.

Conclusioni

Arrivata a questo punto della lettura avrai di certo acquisito tutte le nozioni che andavi cercando. Speriamo anche di essere riusciti a soddisfare anche le tue curiosità legate al baby shower. Talmente tanto che se sei in dolce attesa oppure conosci qualcuno che lo è magari ti abbiamo fatto venire voglia di organizzarne una…

Perché non approfitti del nostro servizio di organizzazione di eventi cliccando qui?

posta un commento